venerdì 16 marzo 2012

Locherber – Maschera dermopurificante



Chi ha la pelle megasensibile e reattiva lo sa, in determinati mesi dell’anno, dopo qualche “CenaTremendaMaNeValevaLaPena”o semplicemente in periodi più o meno randomici, anche il nostro viso impazzisce e prende in prestito tutti gli inestetismi, le untuosità, le imperfezioni i punti neri, i geyser islandesi, i crateri lunari e quanto di più orrido o fastidioso una pelle a tendenza grassa potrebbe avere di solito. Come siamo fortunate! E hai voglia a parlare solo di T-zone…

Colui che non sa ci potrebbe dire: qual è il problema in quei periodi? Basta usare gli stessi prodotti che utilizzerebbe chi ha la pelle con queste caratteristiche! Ma certo! Prova tu a usare uno scrub, una maschera o una crema da pelle grassa su una dalla couperose facile! Che cosa vuoi che succeda? L’inferno succederà! Ma chi è così ardito da provare? Io! Mi ci sono volute mille irritazioni cutanee e una cazziata dalla mia estetista per smettere di fare queste stupidaggini!
Beh e quindi che facciamo noi fortunelle sensibili ma a volte imperfette? Non ci “dermopurifichiamo”? Giammai, lo facciamo ma con i prodotti giusti! Grazie a un campioncino (sempre i soliti rosa gattina rognosa che non mi ispiravano all’inizio) ho provato la maschera dermopurificante con estratti di rosmarino e salvia della Locherber. L’ho provata aspettandomi la solita Sodoma e Gomorra postuma sul viso e invece…invece no!

Come si evince dalle foto me ne sono poi comprata tutto un barattolo (che sto pure finendo) perché mi ha soddisfatta in toto. Dopo una bella doccia infilo la mia fascetta rosa coniglia per tenere indietro i capelli, e stendo questa maschera su tutto il viso. Evito naturalmente il contorno occhi, ma arrivo fino alla radice dei capelli e al collo. La consistenza già sulle dita è piacevole: è come una mousse, stenderla sulla pelle lo è ancora di più! Sembra di spalmare una crema molto morbida e leggera, quindi non c’è il solito effetto cazzuolate di malta delle altre maschere un po’ più dense e melmose. L’odore a me piace molto, mi sembra di sentire forte la salvia e il rosmarino e quindi mi dà quel tranquillizzante effetto: orticello della nonna.

A questo punto uno si aspetta che si secchi (o per lo meno me l’aspettavo io le prime volte…) per poter fare le smorfie alla Jim Carrey davanti allo specchio e vedersi crepare la faccia verde (non l’avete mai fatto?!). Invece questa mascherina non si secca e rimane cremosa fino alla fine! I soliti bene informati mi dicono che sia dovuto alla mancanza dell’argilla, che sarebbe comunque seccantissima (in entrambi i sensi) per chi ha la pelle delicata! Mi fido.
Ora, leggendo le indicazioni sulla confezione c’è scritto che va applicata sulla pelle pulita, e va bene, due o tre volte alla settimana, e va bene, ma su quanto tenerla su, ci si rimette al libero arbitrio dell’essere umano, ovvero: lasciare agire il prodotto per qualche minuto.
"Qualche" non ha senso…va dai cinque minuti ai centocinquanta! Che cosa devo fare?
Locherber! Perché non mi dai un’indicazione precisa?!
Tu quoque! Azienda Elvetica!!!

Comunque la mia maschera rimane su a seconda di quanto dura una telefonata, dalle mail che ricevo o da quando il cane mi fa capire che deve scendere. Facciamo una media e diciamo venti minuti. Per rimuoverla vado davanti allo specchio del lavandino, lascio scorrere l’acqua tiepida e utilizzo una semplice spugnetta. Non seccandosi si rimuove molto facilmente! Lascia la pelle bella, morbida, per nulla irritata o secca e se controllate bene, noterete che la maggior parte delle imperfezioni sono come sparite e si ha una bella sensazione di pelle purificata e pulita a fondo!

2 commenti:

  1. ciao dopo aver letto la tua recensione un paio di giorni fa l'ho comprata e la sto provando ora per la prima volta :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poi se ti va fammi sapere come ti sei trovata :)

      Elimina